Commerciante, pizzo per essere sicuro?

'Vittima' di ambulanti, ubriachi, zingari con figli piccoli al seguito e di punkabbestia che "rendono insicuro il lavoro" il gestore di un locale del centro di Catania, con 23 dipendenti, temendo "una tragedia annunciata", vista "la mancata risposta all'allarme sociale più volte denunciata", trova una sola risposta alla domanda 'come posso evitare il dramma? Pagando il pizzo". Lo scrive in una lettera aperta a La Sicilia, segnalando "i nuovi padroni: i punkabbestia". "Quando uno di loro si è infastidito perché uno dei cani è stato allontanato da un mio dipendente dai tavoli - rivela - gli ha lanciato contro una lattina piena di birra che ha colpito anche un cliente. Un altro dei miei, che si è ribellato, è stato morso da un cane e portato in ospedale. E' intervenuta la polizia, ma l'indomani quelli sono ritornati più ringalluzziti di prima, sbraitando, minacciandoci e irridendoci". La 'panacea', provocatoria, è il pizzo: "ben vengano i malandrini a proteggermi e salvaguardare il lavoro a 23 persone".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. EnnaPress.it
  2. Catania Today
  3. La Sicilia Web
  4. Catania Today
  5. Catania Today

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Santa Domenica Vittoria

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...